consulenza adr

I consulenti ADR di ATS consentono alle aziende di avere le migliori raccomandazioni e istruzioni per rispettare le norme che regolano le modalità di carico, scarico spedizione e trasporto di merci pericolose su strade e ferrovie o in intermodale secondo quanto prescritto dalle Direttive Europee.

Siamo in grado di creare una soluzione organizzativa all’altezza delle aziende che desiderano gestire l’obbligo della sicurezza del trasporto merci e sostanze pericolose, supportandole anche nella scelta del ADR/RID/IMG Code (etichetta ADR), aggiornamento del Manuale ADR, Relazione annuale ai sensi del D.Lgs 40/2000 e verificando con audit periodici le procedure di gestione delle merci pericolose.

Dal 1° gennaio 2023 le imprese che trasportano merci pericolose, anche solo come speditori, dovranno designare un consulente in materia di sicurezza. L’obbligo è esteso anche alle aziende che effettuano spedizioni occasionali o di quantitativi minimi di merci e/o rifiuti pericolosi ai fini del trasporto.

 Il cap. 1.6.1.44 dell’ADR, infatti, stabilisce che “le imprese che partecipano al trasporto di merci pericolose solo come speditori e che non hanno nominato un consulente per la sicurezza sulla base delle disposizioni applicabili fino al 31 dicembre 2018 devono, in deroga alle disposizioni del 1.8.3.1 applicabili dal 1° gennaio 2019, nominare un consulente per la sicurezza entro il 31 dicembre 2022.”

 

quali sono i compiti del consulente adr?

I compiti del consulente ADR sono:

  • Guidare l’impresa in tutte le operazioni relative al trasporto di merci pericolose.
  • Individuare i protocolli da seguire perché il trasporto di merci pericolose avvenga in conformità alla normativa.
  • Verificare che vengano osservati i protocolli.
  • Verificare che vengano rispettate le condizioni di sicurezza.
  • Prevenire eventuali omissioni a quanto stabilito dalla normativa.
  • Redigere annualmente una relazione sulle attività riguardanti il trasporto di merci pericolose svolte dall’azienda.

per quali aziende è obbligatorio nominare il consulente adr?

È obbligatoria la nomina del consulente per le aziende che effettuano attività legate a merci e rifiuti pericolosi, come:

  • Confezionamento
  • Riempimento
  • Imballaggio
  • Spedizione
  • Trasporto
  • Carico
  • Scarico

sanzioni:

La mancata nomina del consulente ADR comporta una sanzione amministrativa da 6.000 fino a 36.000 euro.

La mancata comunicazione della nomina del consulente ADR al Ministero comporta una sanzione amministrativa da 2.000 a 12.000 euro.

richiedi informazioni per un consulente ats: